Kaulon Service sas
Disinfestazioni

Disinfestazione da insetti

Kaulon Service sas

Kaulon Service offre servizi di disinfestazione da insetti professionali garantendo l'eliminazione del problema con un intervento mirato.

Offriamo servizi di disinfestazione da blatte, vespe e calabroni, cimici da letto, zanzare e pappataci, pulci, zecche, mosche e tafani, processionarie, termiti, acari, formiche e infestanti delle derrate alimentari.

Kaulon Service utilizza prodotti spray, nebulizzati o in polvere a seconda dell'ambiente in cui si trova a operare per offrire un servizio personalizzato e l'eliminazione dell'infestazione da insetti.

 

I monitoraggi degli infestanti, le disinfestazioni vengono eseguiti con tecniche appropriate, con l'utilizzo di prodotti specifici per le diverse esigenze dei nostri clienti, nel rispetto dell'ambiente e della sicurezza degli operatori.

 

L'idea è stata quella di offrire alla propria clientela servizi antiparassitari completi, in grado di risolvere qualsiasi infestazione.

 

I NOSTRI METODI SONO CONFORMI AGLI STANDARD BRC, IFS E NATURALMENTE H.A.C.C.P.

 

Il monitoraggio degli infestanti è un controllo periodico dei punti critici. Deve essere svolto da personale formato e specializzato nel riconoscimento delle infestazioni.

 

Nelle Aziende certificate brc ci occupiamo di verificare la corretta esecuzione degli interventi, gli aspetti relativi al pest-proofing, eventuali suggerimenti sulla pulizia in riferimento al pest control.

 

Elaborazione periodica degli andamenti dei dati raccolti e loro valutazione, come richiesto dalle normative BRC e IFS.

 

AZIONI PREVENTIVE

Interventi di disinfestazione con tecniche tradizionali, a scopo preventivo o per affrontare le infestazioni.

 

AZIONI CORRETTIVE

Interventi mirati per la risoluzione immediata delle infestazioni con fumigazioni.

BLATTE E SCARAFAGGI

 

Questi insetti infestano prevalentemente ambienti dedicati alla distribuzione alimentare e domestici sono potenziali contaminatrici del cibo che l’uomo conserva per se stesso e per gli animali domestici, quando questo non sia adeguatamente protetto. In laboratorio è stato dimostrato che le blatte possono trasportare esternamente o nel canale alimentare oltre 40 specie di batteri patogeni. Principalmente si tratta degli agenti di dissenterie batteriche, salmonellosi, botulismo e colera.

 

Sono anche in grado di trasmettere diversi virus, quali i virus Coxackie, parecchi ceppi del virus poliomielitico, probabilmente quello dell’epatite A. Le blatte possono fungere da vettori anche di uova di elminti (ascaridi, tenie, anchilostomi) e protozoi patogeni quali amebe, giardie, toxoplasma.
È provato inoltre che il contatto diretto con le blatte o con i loro resti, può dare luogo a fenomeni di ipersensibilità con sviluppo di allergie.

ZANZARE

 

Le zanzare comuni si sviluppano in ristagni d’acqua di ogni genere e dimensione, altre specie sono più esigenti. Ad esempio la Zanzara Tigre ha bisogno di piccole raccolte d’acqua preferibilmente ombreggiata, altre, necessitano di ampi spazi di acqua soleggiata. Le zanzare non sono solamente un problema di igiene, ma portatori di gravi malattie:

  • Malaria
  • Virus del Nilo
  • Chikungunya
  • Febbre di Rift Valley
  • Febbre Gialla
  • Dengue e Dengue emoragica
  • Encefalite Giappones
  • Encefalite equina del Venezuela
  • Filariosic

CALABRONI E VESPE

 

Preferiscono nidificare nel cavo di grandi tronchi, ma spesso si adattano a cavità artificiali (cassonetti delle tapparelle, intercapedini dei muri, camini, granai, cassette nido per uccelli), creando non poca preoccupazione fra gli abitanti. I vecchi nidi non vengono mai riutilizzati ma spesso la stessa cavità viene usata per più anni consecutivi, con nidi addossati gli uni sugli altri.


I calabroni, come le vespe, sono pericolosi se ci si avvicina troppo al nido ossia quando sentono minacciata la colonia; in questo caso diventano aggressivi e vi è il rischio di essere attaccati e punti da numerosi individui contemporaneamente.

CIMICI DEI LETTI

 

La Cimice è un insetto sociale che può aggregarsi con gli altri individui della stessa specie in ogni anfratto o fessura al riparo della luce diurna (fototropismo negativo) situato nelle immediate vicinanze dei luoghi di riposo notturno dell’uomo.

Le superfici preferite sono in genere la carta e il legno e i tessuti, ma in loro assenza le cimici possono aggregarsi anche su altre superfici: come la plastica e il ferro.

ACARI

 

Si diffonde negli ambienti domestici soprattutto nel periodo primaverile-estivo, quando le femmine giovani fuoriescono dalle gallerie scavate dai tarli all’interno dei mobili e si muovono sulla loro superficie, contaminando eventuali vestiti o biancheria in stretto contatto con il legno tarlato.

PULCI

 

Tra le centinaia di specie di Pulci ve ne sono alcune tipiche degli ambienti urbani e rurali di particolare interesse igienico sanitario umano e veterinario; da adulti, infatti, le “Pulci degli ambienti urbanizzati” pungono e succhiano il sangue di uomini e di animali sinantropi o da compagnia o da allevamento rappresentando così un elemento significativo nella trasmissione di malattie di cui tener conto nella valutazione del rischio biologico pulci correlato.

PROCESSIONARIE

 

Noti alla gran parte delle persone soprattutto come “gatta pelosa” i colori variopinti riferibili alle farfalle diurne, ma che comprendono anche specie meno vistose capaci di causare vari tipi di danni.

 

I Lepidotteri costituiscono uno degli Ordini più rappresentativi nell’ambito degli Insetti con circa 200.000 specie conosciute nel mondo. La processionaria, oltre a desfogliare piante intere, può costituire un pericolo maggiore per l' uomo e gli altri animali.


I peli urticanti dell'insetto allo stato larvale sono velenosi, e in alcuni casi, fortunatamente limitati, possono provocare una grave reazione allergica.

ZECCHE

 

Le zecche sono artropodi (acari appartenenti alla classe degli Arachnidi), parassiti esterni delle dimensioni di qualche millimetro.

Il loro ciclo vitale si sviluppa in tre fasi successive (larva-ninfa-adulto) che si possono svolgere tutte su uno stesso ospite oppure su due o tre ospiti diversi.

Non sono molto selettive nella scelta dell’organismo da parassitare, ma possono scegliere diverse specie animali dai cani ai cervi, agli scoiattoli fino all’uomo.

Le malattie trasmesse da zecche sono, nell’ambito delle malattie da vettore, seconde solamente al gruppo di patologie trasmesse dalle zanzare come rilevanza epidemiologica.
L’eziologia di queste malattie da vettore comprende diversi microrganismi: protozoi, batteri e virus.

MOSCHE

 

La mosca domestica è un potenziale agente per la trasmissione di infezioni enteriche, quali dissenterie, diarree infantili, febbri tifoidi e altre salmonellosi, colera e malattie infettive, come l’epatite virale o parassitarie come alcune elmintiasi (imenolepiasi) o protozooasi (amebiasi).
Le mosche vengono in contatto con substrati infetti (feci, escreti, ecc.) e contaminano meccanicamente il cibo e gli utensili dell’uomo trasportandovi agenti patogeni quali batteri, virus, protozoi, uova di elminti; questi possono essere veicolati sia esternamente (con l’apparato boccale e la peluria delle zampe e del corpo), sia internamente, nell’esofago o nel tratto intestinale dell’insetto. Fortunatamente almeno i patogeni trasportati all’esterno sopravvivono per poco tempo, specialmente se esposti alla luce diretta del sole.

DERRATE ALIMENTARI

.

Numerosi sono gli insetti infestanti dei locali e dei prodotti alimentari, fra questi oltre alle specie tipicamente infestanti si aggiungono alcuni insetti occasionali.

Il controllo degli insetti avviene attraverso un sistema di metodiche atte alla riduzione della popolazione infestante che comprende delle tecniche di cattura, delle tecniche di confusione sessuale, delle tecniche di pulizia e di rotazione dei cereali stivati, delle strutture adeguate ecc.

Sicuramente è necessario avere all'interno dello stabilimento di un sistema di monitoraggio con specifiche trappole adescate con attrattivi di vario tipo.

.

Il controllo ed il ripristino delle trappole, la compilazione e l'archiviazione delle reportistiche, sono operazioni di estrema importanza che consentono di ottenere la storia dello stabilimento e di ciascun infestante considerato. In alcune occasioni, un piano di monitoraggio ben gestito, può consentire di determinare la veridicità di reclami e contestazioni provenienti dal mercato.

 

Scopri di più sugli insetti delle derrate alimentari

Share by: